X

INVIA AD UN AMICO

Email Destinatario*


Email Mittente*


Messaggio*


home > Turistico > Animatore Sociale Socioculturale
invia ad un amico RICHIEDI MAGGIORI INFO
Nome*
Cognome*
Email*
Tel
Messaggio*

CHIUDI SENZA INVIARE

Animatore Sociale Socioculturale



L’animatore socioculturale è una figura professionale che si occupa di progettare e gestire attività di carattere educativo,culturale e di intrattenimento, rivolte a diverse tipologie di utenti in relazione al contesto (associazioni, comunità, scuole) in cui lavora. Svolge la propria attività professionale a contatto con diversi tipi di persone: bambini, adolescenti, anziani e portatori di handicap.
L’animatore sociale lavora a diretto contatto con le persone realizzando attività ricreative, artistiche e motorie.

Si occupa degli aspetti organizzativi, cura la programmazione delle attività e l'allestimento degli spazi e reperisce il materiale necessario allo svolgimento delle iniziative.

Le attività che vengono proposte cercano di offrire occasioni di crescita personale e culturale e hanno come obiettivo la gestione del tempo libero, la socializzazione l’integrazione tra le persone.

L’animatore può gestire direttamente le attività o coinvolgere altre figure professionali su interventi specifici per realizzare laboratori creativi, attività motorie, uscite e spettacoli, attività educative, iniziative legate ad eventi particolari o stagionali, danze e balli. L’attività dell’animatore può differenziarsi per il tipo di animazione che propone più giocata sul tempo libero presso società sportive, associazioni culturali o sull’ animazione socioculturale in strutture per anziani, per handicappati, comunità,associazioni di servizi ricreativi ed educativi.

Quando lavora all'interno di organizzazioni si confronta costantemente con le figure professionali che operano presso le diverse strutture: dai responsabili agli assistenti sociali.

AMBIENTE DI LAVORO
Non esiste un ambiente di lavoro tipico ma piuttosto diversi ambiti possibili a cui fare riferimento dopo aver capito con quali utenti ci si sente più a proprio agio (adulti, anziani, handicappati, bambini, adolescenti, ecc.). Nello svolgimento della sua attività può essere dipendente di società (anche con forma cooperativa) o libero professionista. Generalmente gli animatori sono liberi professionisti con un rapporto di collaborazione dalla durata variabile in base alla attività da realizzare.
Il rapporto di lavoro dell'animatore è spesso saltuario.

COME SI DIVENTA
E’ necessario avere un diploma di scuola media superiore o una laurea preferibilmente di indirizzo sociale ed educativo come il corso di laurea in Scienze dell'educazione, indirizzo Educatore professionale extrascolastico. Esistono anche corsi di formazione professionale regionali per Animatore sociale o Animatore socio-culturale.

Altri requisiti necessari
L’animatore ha conoscenze teoriche di psicologia, di pedagogia, di sociologia, con particolare riferimento agli aspetti cognitivi e di interazione tra le persone. E' indispensabile la conoscenza specifica delle problematiche legate alle diverse fasi della vita per poter dialogare efficacemente con bambini e con persone anziane. Ha conoscenze di programmazione educativa (articolazione di un progetto, con obiettivi, fasi e metodi) e di gestione delle iniziative di animazione. Nel caso si occupi di animazione presso campi gioco internazionali, può essere utile conoscere almeno una lingua straniera. L'animatore sociale utilizza, come strumento di lavoro, il contatto con le persone. Utilizza tecniche di animazione,conosce e propone giochi, attività espressive, manuali, danze, allestisce spettacoli, ateliers ricreativi ed artistici. Per poter valorizzare tutte le opportunità che le strutture in cui opera permettono, è in grado di utilizzare varie attrezzature tecniche (telecamere, video, personal computer, ecc.). Avendo come obiettivo di suscitare interesse e partecipazione ha una personalità dinamica e creativa ma con doti di pazienza,disponibilità, autocontrollo e di sensibilità rispetto ai bisogni delle persone .Ha buone capacità di comunicazione ma anche di ascolto ed è in grado di favorire le dinamiche di gruppo, le relazioni interpersonali e di gestire gli eventuali conflitti. Modalità di accesso: Nelle strutture pubbliche e gestite da Enti locali si accede per concorso, nelle Cooperative tramite colloquio di selezione.

POSSIBILITÀ DI CARRIERA
L'animatore sociale, con una buona esperienza, può diventare il responsabile di associazioni, di strutture di servizi o il coordinatore di altri animatori.